Croazia in barca - Cultura

...eleganza e il senso d'avventura  

Cerca barche

Quando

RadDatePicker
RadDatePicker
Open the calendar popup.
select

Dove

select
select
select

Che cosa

select
select
select
Cultura

Verso gli inizi del settimo secolo i Croati si sistemarono nella regione che oggi chiamiamo la Repubblica di Croazia. L'inizio del Medioevo fu difficile, caratterizzato da molte battaglie, e Croazia faticava a rimanere in vita. Il territorio della Croazia era dapprima diviso tra l'Impero Franco e l'Impero Bizantino (IX secolo), poi tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa (XI secolo), e infine ci fu un lungo periodo (dal XV secolo al XIX secolo) quando fu contesa tra il cristianesimo e l'islam. Dal IX al XII secolo Croazia ebbe un breve periodo di indipendenza, fu dapprima principato e poi regno. Ci furono periodi in cui le guerre sembravano non finire mai, quelle con Venezia, ad esempio, o con l'Impero Bizantino e i Turchi. Tutti questi conflitti indebolirono molto Croazia. Per ragioni di politica dovette saldare i legami con l'Austria e con l'Ungheria, ma questi legami portarono a nuovi conflitti, e Croazia non riusciva ad ottenere l'indipendenza. Riuscì ad ottenerla, finalmente, nel 1990.

Le invasioni di potenti imperi durante la storia lasciarono segni visibili sullo sviluppo della Croazia: influenzarono l'arte, la cultura, la politica e lasciarono in eredità molti monumenti. Le città sono nate prevalentemente nell'antichità e nel Medioevo. Pula (Pola) è conosciuta per il suo anfiteatro, conservato molto bene, per l'arco dei Sergi e il tempio di Augusto, mentre a Split (Spalato) troviamo il palazzo dell'imperatore romano Diocleziano (del IV secolo), che più tardi fu adattato in città medievale e che oggi è sotto la protezione dell'UNESCO.

La basilica Eufrasiana di Poreč (Parenzo), in stile bizantino, costruita nel VI secolo, è la più bella e meglio mantenuta chiesa in questo stile dell'intero Mediterraneo. I mosaici di questa basilica possono essere comparati a quelli della chiesa di San Vitale a Ravenna. Queste due chiese racchiudono capolavori ritenuti come opere in mosaico più importanti di tutta l'Europa.
L'intero complesso di questa basilica a tre navate è riconosciuto in tutto il mondo e l'UNESCO lo ha messo sotto protezione nel 1997.

Il periodo romanico caratterizza Krk, Rab e Trogir. Trogir è una città romanico-gotica ed è considerata tra le meglio mantenute in tutta Europa. Il suo nucleo medievale circondato da mura racchiude castelli, torri, numerosi edifici e palazzi romanici, gotici, rinascimentali e barocchi.
L'opera architettonica più importante di Trogir è la cattedrale, con il portale dell'anno 1240, un capolavoro del maestro Radovan. È l'esempio più indicativo dell'arte romanico-gotica in Croazia.

Il Rinascimento caratterizza Osor, Pag, Šibenik, Hvar, Korčula e Dubrovnik. La città di Dubrovnik, costruita nel XIII secolo, è riconosciuta per le ben mantenute mura e torri rinascimentali, per i famosi palazzi pubblici, per le chiese e le residenze estive della nobiltà.
Tutti questi edifici furono costruiti durante il periodo della Repubblica Indipendente di Dubrovnik che pagava alte tasse all'Impero Turco per rimanere indipendente, intatta e indisturbata.  Il suo sviluppo è dovuto al commercio, alla pesca e alle numerose raccolte di fondi per il rinnovo della città. Oggi tutta la città è sotto la protezione dell'UNESCO.

È importante menzionare che tra i molti residui di monumenti culturali, ci sono anche moltissime cappelle ereditate dalle diverse culture che dominavano questa regione. Gli interni di queste cappelle racchiudono preziosissime opere d'arte, e particolarmente interessanti sono i rilievi in pietra. Il portale in legno della cattedrale di Split, del XIII secolo, mostra le scene della vita di Cristo, è mantenuto in condizione eccezionale ed è opera dell'artista Buvina.

L'arte contemporanea è il risultato dell'eredità storica, culturale e architettonica. Palazzi, piazze e atri si trasformano in palcoscenici durante i festival e le rappresentazioni tradizionali e internazionali. Alcuni esempi sono il Festival Estivo di Dubrovnik, il Festival Cinematografico di Pola, L'Estate di Split, Le Sere Musicali di Zadar e Osor, i Giorni del Teatro Croato. Questi eventi sono di solito accompagnati da concerti di musica classica o urbana (ad esempio musica elettronica), o concerti di cantanti di reputazione mondiale, e come di tradizione, dalle 'Klape', cantate dagli uomini locali (si tratta di musica tradizionale dalmata), che si possono sentire in ogni più piccola città della costa.

 

 

 

Cerca barche

Quando

RadDatePicker
RadDatePicker
Open the calendar popup.
select

Dove

select
select
select

Che cosa

select
select
select
×
Thank you for contacting us!
Your message has been sent and we should be in touch with you soon.
×
Noi ti chiamiamo
Quando chiamare
×
Facci sapere quali sono i tuoi desideri e le esigenze per la vela!
(Ti preghiamo di includere la tua destinazione preferita e il tipo di yacht, il numero di persone che navigano, le date e la durata del noleggio).
×

ORE LAVORATIVE:
Nella settimana: 08h00 - 19h00 (CET)
Sabato: 10h00 - 14h00 (CET)

  • In italiano:
    Italia: +39 06 98 354 336
    Croazia: +385 1 488 2201

  • In inglese:
    Inghilterra: +44 122 385 8423
    Stati Uniti: +1 567 248 9698
    Svezia: +46 84 650 6323
    Australia: +61 730 149 171
    Croazia: +385 1 488 2200, +385 1 488 2202

  • In tedesco:
    Germania: +49 89 380 38 257

  • In spagnolo:
    Spagna: +34 93 1845 022
    Croazia: +34 93 1845 022

  • In francese:
    Croazia: +385 1 488 2202

  • In cecco:
    Cecchia: +420 534 009 665, +420 530 504 096

  • In croato:
    Croazia: +385 1 488 2200, +385 1 488 2202

  • In russo:
    Russia: +7 499 505 1540

  • In polacco:
    Croazia: + 385 1 488 2203